venerdì 13 dicembre 2013

Stranezze.

Vorrei parlare con voi di alcune mie "peculiarità". Alcune pare mi rendano quasi una persona cattiva, e forse lo sono, ma siete gli unici esseri (virtuali) con cui possa condividere tutto questo; se lo dicessi in giro mi prenderebbero per pazza, e magari è così, sono pazza. Non sono molte, giusto un paio. Poi vorrei che mi diceste se anche per voi è così, oppure se qualcosa del genere vi ha mai sfiorato la testa.

1) GODO quando vedo ragazze che avevano un bel fisico, diventare improvvisamente delle scrofe. Penso sia impossibile descrivere il senso di piacere che mi attraversa il corpo e la mente. Mi sento euforica, felice, cattiva. Vedi nelle loro facce il disagio. Mi è capitato di notare su facebook di una tipa della mia città che era dimagrita ed ha cominciato a farsi book fotografici. Foto in costume, in mutande, in tutti i posti possibili ed immaginabili. Ora ha ripreso dei kg... e di foto sue chi ne vede più? BEN TI STA! Cogliona. Oppure quando vedo ex bellissime attrici che hanno preso un sacco di kg ed hanno perso il loro "trofeo", ovvero quel fisichino magro che le accomuna quasi tutte, ecco lì mi sento Dio, perché la tv, con tutte loro, non fa altro che mettere nella nostra testa miliardi di complessi, facendoci credere sia quella la perfezione (io stessa lo credo), ed ovviamente le star contribuiscono a tutto questo, in tv ci stanno loro, non mia nonna! 

2) I ragazzi non riescono a piacermi se sono grassi. Magari questo mi rende una persona superficiale, direte voi, ma non è così... è che io ho un vero e proprio problema col grasso, MI FA STARE MALE. Non riuscirei mai a baciare una persona grassa. Io lo odio, odio il grasso perché odio me stessa, che sono grassa! I ragazzi che mi sono piaciuti sono sempre stati tanto magri, o comunque normali di costituzione. È una cosa che mi mette disagio, non ci sto bene, ve lo giuro... però è così. Il mio ragazzo ora sta ingrassando, mi continua sempre a piacere e la cosa mi pare strana, perché non è mai successo... però ecco, lui ha sempre avuto un bel fisico e mi dispiace che ora stia prendendo dei kg. Io lo stresso dicendogli "Ma come ti stai riducendo? Perché devi mangiare come un maiale? Ma riprendi a correre, fatti una camminata" però la cosa assurda è che non lo dico per il corpo, ma per la sua salute. Fuma come un pazzo e mangia tanto, e la cosa non fa di certo bene. Però lui è un caso a parte, gli altri con cui sono stata erano quasi tutti magrissimissimi. 

Mi era venuta in mente un'altra cosa da scrivere, sempre attinente al discorso, ma hanno suonato al citofono ed ho dimenticato. In caso aggiorno dopo. Voi come vivete il grasso sul corpo altrui? Comunque ciò che ho scritto non riguarda le persone che soffrono del mio stesso disturbo, non so il perché, non riesco a capirlo. Potrebbero pesare anche 100 kg, ma se so che soffrono del mio stesso problema non provo schifo o qualcosa del genere; questo succede solo con "gli altri". Voi sapete chi.

9 commenti:

  1. A me capitava in passato di sentirmi sollevata quando mi rendevo conto dell'imperfezione altrui che diventava con il tempo via via più lampante. Era difficile da capire ma alla fine mi sono resa conto che mi ingannavo con un concetto di perfezione immutabile e imperante che non esisteva. Se vedo una modella, mi riesce tutt'ora difficile immaginarla ad 80 anni vecchia e rugosa, forse non più magra. Questo perché fatico ad immaginarmi diversa da come sono ora. Ho la convinzione insensata che non cambierò mai, che vivo in una forma statica e per niente flessibile/mutabile.
    Riguardo ai maschi, vige la regola che devono assolutamente trovarmi estremamente magra e piccolina, quindi in generale non potrei mai stare con un ragazzo che è più magro di me o ha le ossa più sporgenti delle mie, ma nemmeno che è grasso perché avrei la sensazione del contagio e temerei che mi passasse le sue brutte abitudini alimentari.
    Ogni ragazza che abbia una fissazione su se stessa che sia particolare o complessiva, stabilisce delle regole di valutazione verso gli altri che confermino e mantengano in vita quella data fissazione che ha. Quindi sei del tutto normale all'interno del profilo che descrivi. Solo prova ad immedesimarti, prova a sentirti improvvisamente ingrassata o improvvisamente uomo grasso, lo senti il peso che si ha dentro in quello stato? Il disagio e l'abbandono? Ecco, ho iniziato a voler stringere forte quelle persone e a voler capire cosa provochi in loro un tale disagio fisico e psicologico...ed è in quel momento che voglio cercare di risparmiare a me stessa quel malessere. Spero possa arrivare a capire te stessa più nel profondo con queste visioni che hai, perché sono certa che servano come specchi da rivolgersi dentro.

    Ti stringo forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credimi, pare abbia scritto io questo commento. La penso esattamente come te. Anche a me pare di dover rimanere sempre la stessa. Se arrivo ad immaginarmi diversa, lo faccio immaginandomi più magra, ma per il resto... vivo come se il mio corpo non dovesse invecchiare mai. Ma purtroppo non sarà così, per nessuno, e quando apro gli occhi su questa realtà mi sento soffocare.

      Elimina
  2. 1, si, ma non in generale, solo verso quello che mi stanno su.. Tipo ho una amica che ho perso di vista, che e' da quando la conosco in terza media che troieggia in giro, appena conosce uno che gli da un minimo di attenzioni non resiste a aprire le gambe e si dice innamorata (dopo una settimana di scopate??) E si crede pure figa, mentre non capisce che ci provano solo xkè sanno che e' facile.. E l'anno scorso ha fatto un book da uno che ci provava con lei, non e' grass, e' giusta, xo insomma le tue foto mezze nude con lo sguardo da porca e la bocca mezza aperta,x piacere tienile x te! Continua tutt' ora a metterne su facebook, e a unn complimento ha risp "grazie mille, ma era un anno fa e 5kg in meno.."..mah..

    2. Come ci sono quelle a cui piace la pancetta, non capisco xkè mi dovresti sentire strana se dico che a me piacciono magri. Ma magri smilzi, non palestrati (odio i pettorali degli uomini che fanno palestra, sembrano tette), puoi vedere su face il mio ragazzo com e', e' proprio magro! Una volta ho provato a prendergli una coscia con le mani,e riuscivo a fare la circonferenza con le mie manine piccole! ma a me piace cosi, che ci posso fare? X fortuna non ha mai fatto sport ne altro, ha sempre mangiato schifezze, e quindi e' così di suo, adesso ha 30 anni ma non e' ancora aumentato un etto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto.. A me i palestrati fanno semplicemente schifo. Non li toccherei neppure con un dito!

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono stata insultata pesantemente quando avevo dei kg in più, e questo ha contribuito a trascinarmi verso questo problema. Odio quando si insultano gli altri per il loro aspetto fisico, anch'io diventerei una belva se venisse fatto in mia presenza; ma quando si tratta di insultare qualcuna che mi sta sulle palle, allora lì non mi trattengo, infatti come avrai letto ho parlato solo di una ragazza nel post, perché mi sta molto antipatica e so che la cosa è reciproca. Purtroppo non ho bisogno di sapere come ci si senta nei loro panni, perché lo so già benissimo. Per quanto riguarda gli uomini, be' sì, è questione di gusti. Io odio i muscoli, mi viene il vomito. Anche i ragazzi magri lo devono essere di costituzione per potermi piacere, non perché si uccidono in palestra. Odio la tartaruga e tutto quello schifo che gli si va a formare sul corpo, è qualcosa di innaturale per me.
      Ti abbraccio pure io. E grazie. :)

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Ce l'ho, sia la uno che la due.
    Magari se è dovuto ad una malattia, posso anche essere dispiaciuta, ma se una persona si riduce ad essere una palla di lardo perché non sa tenere la bocca chiusa e muovere il culo, e non per abbuffate binge ma proprio perché è pigra, non posso dispiacermi, solo biasimare.
    E mi fa ancora più effetto vedere persone oltre una certa taglia atteggiarsi a quelli che stanno benissimo con se stessi, si sentono perfetti e non cambierebbero mai.
    Cosa? Ma si sono visti? Se non per l'aspetto, almeno si dessero una regolata per la salute diamine! Poi quando a 40 anni si troveranno cardiopatici voglio proprio vedere.


    Ma soprattutto, sì sono fottutamente felice quando vedo persone che si prendevano gioco di me diventare delle balenottere, mentre io invece mi assottiglio.

    E sulla questione fidanzati... C. quando ci siamo messi insieme pesava quasi 10 kg di meno. Non ho perso attrazione per lui, ma cerco sempre di spronarlo a darsi una mossa, dimagrire, tornare al peso forma.
    Lui vorrebbe, è pieno di complessi, ma è TROPPO pigro e goloso per fare davvero qualcosa. Se dovesse aumentare ancora di peso, non so se cambierebbe qualcosa.

    RispondiElimina